You run your hotel, we boost it
Loading
Blog + Journal

News, informazioni e curiosità sul mondo degli Hotel e del turismo

Quanto è digitale il viaggiatore italiano? Ecco un identikit del turista Made in Italy

Viaggiatori italiani: come si comportano per prenotare la loro vacanza? Attraverso quali strumenti pianificano il viaggio? Quanto usano app e smartphone? Cosa fanno una volta giunti a destinazione? Ecco alcune risposte contenute in un report di Travelport

14112017

Come si comporta il viaggiatore digitale italiano?


Quali sono le sue abitudini e comportamenti? La società Travelport ha realizzato uno studio sui viaggiatori internazionali, focalizzando l’attenzione anche sulle persone di nazionalità italiana. E i risultati sono molto interessanti.


Come pianificano un viaggio sul web i turisti italiani?


Il 93% degli intervistati ha affermato di avvalersi di siti di recensioni per scoprire nuove destinazioni e il 45% si preoccupa dell’affidabilità delle recensioni che trova online.

Tanta ricerca online, e tanto mobile! Il 48% tende a ricercare e prenotare i propri viaggi direttamente tramite smartphone e il 41% sceglie un Hotel in base alla sua buona esperienza digitale (ad esempio, il confronto con il sito dell’Hotel), mentre il 43% dei viaggiatori di business usa uno strumento aziendale per prenotare viaggi d’affari.


Il 69% degli intervistati sostiene che le carte d’imbarco e i biglietti elettronici agevolino notevolmente il viaggio e il 71% ritiene sia molto importante comprendere le tariffe quando si sceglie una compagnia aerea. Allo stesso tempo, il 44% considera una nota dolente dover prenotare tutto separatamente.

 


Enjoy your experience! Vivi la tua esperienza in pieno


Una volta arrivati a destinazione, il 42% degli interessati ha affermato di desiderare dei servizi di concierge sul proprio smartphone e il 73% è interessato a visitare la zona il più possibile, anche durante i viaggi d’affari. A proposito, durante i viaggi vengono usate in media 15 diverse categorie di App, dall’organizzazione e prenotazione del viaggio alla gestione delle esperienze una volta arrivati a destinazione.


I viaggiatori italiani? I più digitali d’Europa


I viaggiatori italiani si confermano essere molto digitali: secondo il report, sono i più digital d’Europa e tra i più digital al mondo (al decimo posto, dopo India e Cina ma prima di Stati Uniti e Spagna). I viaggiatori italiani vincono anche il titolo di “più entusiasti recensori d’Euroa”: quasi due quinti degli intervistati (il 39%) ha dichiarato di rilasciare regolarmente recensioni di Hotel e ristoranti visitati in precedenza.

Tuttavia, il 45% sostiene di non essere sempre sicuro del potersi fidare di una recensione.

 


In viaggio sempre connessi (prima, durante e dopo)


Il viaggiatore è sempre più digital, ne avevamo parlato anche in questo post. Dal report emerge un altro dato importante: i viaggiatori sono sempre più digitali e restano connessi anche durante il viaggio o la vacanza.

Internet viene utilizzato come uno strumento utile per vivere al massimo il proprio viaggio dall’inizio alla fine. All’inizio, in fase di programmazione, viene sfruttato per fare ricerche sulle destinazioni e sulle attrazioni locali; durante il viaggio, il web (via smartphone e app) è una fonte praticamente inesauribile di consigli, suggerimenti e cose da fare. Per questo, i viaggiatori ritengono la connessione WiFi gratuita come una necessità fondamentale.

 


Come si sceglie un viaggio: l’importanza dei social media


A proposito delle scelte di viaggio, i social media e l’influenza dei loro contenuti vanno tenuti sempre più in considerazione.

Parliamo dei più giovani, i Millennial.

Il settore dei Millenial è sempre più importante: meglio capire le loro esigenze per poter creare un vero legame con questa generazione (a proposito, abbiamo parlato dei motivi per cui i Millennial non sceglieranno il tuo Hotel in questo post).

Il report sottolinea due dati importanti:

Il 79% dei giovani tra i 18 e i 24 anni guarda video e foto pubblicati da amici sui social media, prendendoli come spunto per parte della ricerca.

il 44% dei giovani tra i 18 e i 24 anni si è preoccupato della legittimità delle recensioni, per appurarne la concretezza.


Accanto a questi contenuti, i viaggiatori hanno manifestato il desiderio di informazioni affidabili: un professionista dei viaggi, che li conosca e possa guidarli attraverso il labirinto di scelte possibili, proponendo offerte mirate di loro interesse.


Dunque: il viaggiatore italiano è il più digitale d’Europa. Per questo sempre più Hotel e strutture scelgono i servizi migliori per intercettarlo, come quelli forniti da Mentefredda.


Voi che ne pensate?

Scriveteci la vostra opinione!


Che ne pensi? Se vuoi, leggi ancora! 
Questi 3 articoli potrebbero interessarti: 

 

3 motivi per cui i Millennials non verranno nel tuo Hotel

 

Abolizione Parity Rate in Italia: che succede per gli Hotel?

 
2017: su quali investimenti puntano Hotel manager e albergatori?

 

 

PS: se vuoi seguici su FacebookInstagram e Linkedinraccontiamo la nostra avventura e pubblichiamo notizie su innovazione, turismo e Hotel.